26 gennaio 2016

Jodorowsky: I tarocchi dei gatti

Se ti affacci al mondo dei tarocchi resti sorpreso dalla quantità di mazzi di carte che esistono. 

Ce ne sono davvero di ogni tipo e dedicati ad ogni tema, ci sono carte per ogni campo di interesse.

Molti autori, molti artisti, molti personaggi, si sono sbizzarriti per creare il loro mazzo di tarocchi. 

Così che, oltre all'interpretazione della mera simbologia dell'Arcano, si possono studiare anche le caratteristiche, i particolari e il simbolismo delle illustrazioni.

I Tarocchi possono essere un valido aiuto per conoscersi meglio, per migliorarsi e per sviluppare consapevolezza. Possiamo considerarli un valido strumento terapeutico "psicologico".

Un mazzo di Tarocchi consta in 22 Arcani Maggiori e 56 Arcani Minori, rappresentati dai semi: Denari - Bastoni - Coppe -Spade.

Solitamente vengono usati solo i 22 Arcani Maggiori, che sono più che sufficienti per avere un buon quadro generale della vita... anche se non sei esperto. Se, invece sei un esperto, sei senz'altro in grado di vedere oltre, di andare più in profondità e leggere un sacco di "altre cose", rispetto alla domanda che è stata posta per la consulenza.

Alejandro Jodorowsky, personaggio molto eclettico e controverso, espertissimo di Tarocchi e autore di libri sull'argomento, come: Io e i Tarocchi, Le vie dei Tarocchi ha pensato ad un bellissimo e simpatico connubio, i Tarocchi e i Gatti, unendoli in unico mazzo di carte.

Jodorosky afferma: "Io scrivo di tarocchi per parlare dei gatti, e scrivo di gatti per parlare di tarocchi".

I Tarocchi dei Gatti,che trovi su Il Giardino dei Libri, è un  libro abbinato, appunto, ad un mazzo di 22 tarocchi (Arcani Maggiori) dove il mondo felino è protagonista; dove ogni Arcano è, appunto, rappresentato da un Gatto.

Troveremo, ad esempio, Il Matto, raffigurato da un micio vagabondo che se ne va con il suo fagotto in spalla mentre un gattino gli sta attaccato ad una zampetta nel tentativo di fermarlo.



Molto simpatiche, dunque, anche le illustrazioni di Christian Gaudin.
Molto simpatiche e ironiche anche le descrizioni del significato degli arcani.

Prendiamo sempre Il Matto come esempio. Recita così: 
Io non ho padrone, vado dove mi pare, mangio quando mi va, dormo quanto mi piace. Le strade mi appartengono, gli alberi sono miei, le discariche, le rovine, il cielo, il sole, la luna, le stelle mi appartengono e, soprattutto, i topi sono miei...

Insomma se sei appassionato di gatti, se sei appassionato di tarocchi e, meglio ancora, se sei appassionato di entrambi, non ti perdere questa opera! 

 ...che Forza, Grazia e Leggerezza ci accompagnino sempre e per sempre!  *_* mv

Nessun commento: