24 dicembre 2017

23 dicembre 2017

Regole per Esseri Umani

Mi capita piuttosto frequentemente di imbattermi nel decalogo che posto oggi.
Evidentemente ho bisogno di rinfrescarmi la memoria abbastanza spesso.
Mi sembrava di averlo già pubblicato a suo tempo, ma cercandolo nel blog non ho avuto  riscontro. Nel caso lo avessi già fatto.... abbiate pazienza, comincio ad avere una certa età! (a proposito di memoria).😉

Mi piace immaginare che:

In un luogo segreto del Regno Supremo, in un maestoso palazzo, ci sono Anime che hanno deciso di incarnarsi sulla Terra.
Ogni Anima, quando è pronta ad intraprendere un nuovo percorso nella forma umana, viene chiamata e accompagnata al cospetto del Grande Maestro Capo, la massima autorità incaricata per quel settore, per celebrare questo straordinario evento. 
Il Grande Maestro Capo accoglie personalmente tutte le Anime in partenza nell'ampia Sala dei Ricevimenti, dove ci sono altri Esseri Celesti altrimenti conosciuti come Anime Guida, per la Cerimonia di Commiato.
Iniziano quindi i  festeggiamenti con canti, danze, lodi e doni. 
Vengono distribuiti talenti, buone qualità e libero arbitrio da usare con discernimento quando saranno in transito sulla Terra.
Finalmente arriva il momento del saluto e del commiato, tra gioia e trepidazione.
Ogni singola Anima riceve l'abbraccio del Maestro e una Benedizione speciale. E tra raccomandazioni, rassicurazioni e parole di incoraggiamento, viene informata di quello che, in sintesi, sarà il fondamento della sua nuova vita.
Ecco, ora il viaggio può cominciare... Inizia l'avventura. 
Buona Vita! (mv)



DECALOGO PER L'UMANITA'

1 - Riceverai un corpo, potrà piacerti oppure no, ma anche se non ti piacerà, sarà tuo finchè sarai sulla Terra, impara ad accettarlo, qualunque sia la tua opinione al riguardo.

2 -Apprenderai lezioni, sarai iscritto permanentemente alla scuola della vita, per avere ogni giorno l'opportunità di imparare lezioni importanti. Potrai amare queste lezioni, oppure potrai considerarle stupide ed irrilevanti.

3 - Non ci saranno errori, ma unicamente lezioni. La crescita è un processo fatto di tentativi e dovremo sperimentare gli errori molte volte. Gli esperimenti o le esperienze fallite sono parte del processo, così come le esperienze che ci spingono a lavorare...

4 - La lezione si ripeterà fino a quando non verrà appresa, si presenterà sotto varie forme, e quando l'avrai assimilata, ti sposterai verso la successiva.

5 - Le lezioni d'insegnamento sono un compito senza fine. Non esiste una parte della vita che non contiene insegnamenti. Finchè sarai vivo, ci saranno lezioni da imparare ed insegnamenti.

6 - Penserai sempre che sarebbe meglio trovarsi altrove, piuttosto che dove ti trovi, ma non riuscirai a sentirti bene, fino a quando non capirai che il qui e ora è l'unico luogo in cui dimorare.

7 - Le altre persone sono semplicemente il tuo riflesso. Non è possibile amare o odiare qualcosa in un'altra persona, a meno che essa non rifletta qualcosa che ami o odi in te stesso.

8 - Quello che fai della tua vita è un tuo problema. Disponi di tutti gli strumenti e le risorse necessarie. Cosa ne farai non è una scelta altrui. La scelta è tua.

9 - Le risposte alle domande della vita sono dentro di te. E' sufficiente guardare, ascoltare ed avere fede.

10 -  Dimenticherai tutto questo, quando nascerai su questo pianeta... e nonostante questo, sarà facile ricordarlo se ti connetterai a te stesso attraverso la saggezza celeste.

(alcune fonti attribuiscono il testo a Chérie Carter-Scott, altre ritengono che sia di autore sconosciuto e nella maggioranza dei casi viene pubblicato snza alcun titolo).

💗 con Gratitudine, con Amore e con Gioia💗 màriah

3 dicembre 2017

PREGHIERE ESAUDITE


Dio è brusco e pungente nell'esaudire certe preghiere,
E ci getta in faccia ciò per cui abbiamo pregato,
Un guanto di ferro con dentro un dono.
(Elizabeth Barrett Browning)

Secondo Oscar Wilde, ci sono soltanto due tragedie nella vita: non ricevere ciò per cui si è pregato e riceverlo.

“Le preghiere esaudite spaventano”, ammette Julia Cameron nel libro La via dell'artista. “Implicano responsabilità. Sei tu che I'hai chiesto. Ora che ce l'hai, che cosa farai? Perché, altrimenti, I'ammonizione 'Attenti a ciò per cui pregate; potreste riceverlo'? Le preghiere esaudite ci riconsegnano alle nostre mani. E questo non ci mette a nostro agio.”

Molto spesso, la ragione per cui siamo a disagio è che non abbiamo pregato per la cosa giusta, e in fondo al cuore lo sappiamo. Preghiamo per incontrare I'anima gemella invece che per la grazia di diventare la donna che possa attrarre la nostra anima gemella; preghiamo per il successo nel mondo mentre ciò che veramente agogniamo è un senso di realizzazione autentica; preghiamo per avere più soldi mentre ciò che dovremmo fare è cambiare il nostro rapporto col denaro. Preghiamo, perché una certa situazione produca certi risultati mentre dovremmo pregare per avere la pace della mente, quale che ne sia il risultato.
In realtà, le nostre preghiere vengono sempre esaudite. Il fatto è che non ci piace pensare che “no” sia una risposta ragionevole a ogni ragionevole richiesta. Parlando certamente per tutte noi, in The lrrational Season (La stagione irrazionale) la scrittrice Madeleine L’Engle ammette: “I 'no' non ci piacciono; e qualche volta i 'no' di Dio ci piacciono meno di qualsiasi altro 'no'”.

I “no” dello Spirito sono un Sacro Mistero più ancora dei sì”; quando ci si riflette, dopo che le lacrime, la rabbia e le imprecazioni si sono placate, sono più significativi. I “No” di Dio non hanno senso per la nostra mente cosciente e razionale, soprattutto perché siamo convinte di sapere meglio di tutti gli altri che cosa ci occorre. Ma lo sappiamo? Lo sappiamo davvero?

Noi vogliamo un “sì”, ma qualche volta abbiamo bisogno di un “no”. Pensa al pandemonio che si scatenerebbe se rispondessimo di sì a tutte le richieste di un bambino. È spaventoso anche soltanto pensarci. Ma noi siamo figlie della divinità. Non riusciamo nemmeno lontanamente a vedere il quadro complessivo; né pesiamo le nostre richieste con le preghiere degli altri. Allo Spirito arrivano sia le invocazioni per un soleggiato picnic in famiglia, sia le suppliche del contadino per avere la pioggia.

Non puoi immaginare quale sollievo proveresti se smettessi di dare per scontato di possedere tutte le risposte.

Quando le tue preghiere sembrano rinviate o respinte, devi chiedere allo Spirito se stai pregando per la cosa giusta. Eventualmente, chiedi che ti sia rivelata la preghiera giusta. Molto spesso, quando ci viene detto di no, è per concederci più tempo, spazio, saggezza ed esperienza per prepararci al glorioso momento in cui, poiché saremo finalmente pronte, ben disposte e capaci, lo Spirito ci risponderà con un brusco, pungente e inequivocabile “sì!”

Dal libro SEMPLICE ABBONDANZA di Sarah Ban Breathnach - casa editrice Corbaccio

💗 con Gratitudine, con Amore e con Gioia💗 màriah